Voglio scrivere di cucina anche io… Pane di grano saraceno e semi di girasole

Lo fanno tutti… non vedo perché io no!
In realtà non avrei nessuna qualifica a riguardo, non ho mai fatto un corso, non ho mai seguito passo passo una ricetta. Ma cucino sempre! 🙂 “Colpa” della nonna che un giorno alla tenera età di 9 anni mi ha preso sotto la sua ala e mi ha insegnato a fare il sugo per la pasta. Colpo di fulmine. Da lì è solo un susseguirsi di esperimenti e divertimento.

Sabato ad esempio ho fatto il pane di grano saraceno e semi di girasole. Il pane da sempre tantissima soddisfazione, lo puoi fare in un milione di modi diversi. Parti da pochissimi ingredienti e il risultato è quasi sempre grandioso.

Pane di grano saraceno e semi di girasole

150g di farina di grano saraceno
250g di farina di manitoba
un bicchiere di semi di girasole
25g di lievito di birra
1 cucc.no di zucchero
3 cucchiai d’olio
Sale q.b.
acqua

A mano o con l’impastatrice l’ordine non cambia: le due farine, il lievito (Di solito sciolgo il lievito di birra con un pochino di acqua calda e lo zucchero), olio, 1/2 bicchiere di semi di girasole e sale.
Il sale è a piacere, vengo da una città dove il pane è completamente sciapo quindi non sono la persona giusta a cui chiedere la dose di sale!
Pian piano aggiungete l’acqua finché l’impasto non raggiunge una consistenza morbida ma non appiccicosa.
A questo punto creare una palla e lasciarla lievitare sotto un canovaccio per circa 2 ore.
Passate le due ore potete creare pagnottine, panini, trecce, come preferite insomma (io ho fatto 2 mini filoncini) adagiateli in una teglia con la carta da forno, create dei piccoli solchi e mettete sopra i restanti semi di girasole.
Coprite il tutto con il canovaccio di prima e lasciate lievitare per 30 minuti.
Promemoria: MAI, ripeto, MAI mettere troppo vicine le pagnottine… altrimenti dopo 30 minuti vi ritrovate un pagnottone unico.
Infine, forno preriscaldato a 190° e cuocere per circa 20-30 minuti. Il tempo dipende dal forno e dalla grandezza del pane… se sono panini sono sufficienti 15 minuti.

Pane di grano saraceno e semi di girasole

Annunci

20 ore di treno.

Ho avuto un week end alternativo, non c’è che dire… perché per quanto io sia un’assidua frequentatrice di treni, 20 ore seduta in un frecciabianca su tre giorni a disposizione non le avevo mai fatte…
I miei 3 giorni direi che si possono riassumere così:

viaggio

 

Venerdì, 10.35-19.43 Milano – Gioia del Colle

4 libri e 2 magliette
(non posso farci nulla son fatta così e poi con tutte quelle ore di treno qualcosa uno deve pur fare… e visto che se mi porto lo scanner e scansiono la gente poi mi guarda male ho preso questa bella abitudine di portarmi una vagonata di libri…che pesano ma di sicuro ripagano lo sforzo!)

 

posto 55 forevah!

una volta giunti a destinazione la sintesi è una sola:

cibo cibo cibo
cibo cibo cibo
cibo cibo cibo

 

cibo cibo cibo

cibo cibo cibo
cibo cibo cibo

Domenica, 10.47 – 19. 39 Gioia del Colle – Milano

In tutte queste ore fra libri, film e gente stravagante…
c’era lui, infinito, blu, bellissimo che mi faceva compagnia da fuori del finestrino…

 

in conclusione: faticata mostruosa, gran mal di schiena ma 3 gg alternativi che erano fondamentali per staccare un po’ dalla routine!